tram e trasporto pubblico a Roma

Rotabili municipali

Le motrici articolate Stanga

;

Il prototipo 7001

Nel 1940 l'ATAG commissionò alle Officine meccaniche della Stanga una vettura articolata, basata sul gruppo 400 fornito alla STFER nel 1937-38; la vettura entrò in servizio a guerra inoltrata, nel 1941, immatricolata come 7001.

; ;
La 7001 del 1940 nello stato di origine e dopo le prime modifiche.

Simile in generale al modello STFER, se ne differenziava per dettagli della cassa e per i carrelli di estremità, a boccole esterne e dotati di pattini elettromagnetici; manteneva la caratteristica giostra URBINATI e la disposizione di guida a sinistra con comando automatico a pedale.

Messa in servizio sulla CD alla fine del 1942, la 7001 girò per qualche tempo in condizioni di origine; fu poi ritirata per modifiche al carrello centrale che fu sostituito con altro dotato anch'esso di pattini ed alla presa di corrente, perchè a quanto pare il pantografo era inviso all'ATAG. La vettura seguitò a fare sporadiche apparizioni sulla rete nei mesi seguenti, finchè il 19 luglio 1943 fu gravemente danneggiata nel bombardamento delle officine centrali.

Da ordini di servizio ATAG
Immagini addizionali

Le articolate Stanga


La 7003.

Dopo la guerra fu perfezionato l'ordine per 70 vetture dello stesso tipo, che iniziarono ad essere consegnate nel 1948, con la vettura 7003, che era però alquanto diversa dalla 7001. La cassa era differente quanto a disposizione di porte e finestrini, il posto di guida era centrale e con usuale controller a manovella, i carrelli erano tutti a boccole esterne dotati di pattini elettromagnetici.

; ;
Le Stanga sulla circolare esterna, alle Belle Arti e negli anni '70, a largo Preneste sul 13.

Caratteristica per le nuove motrici fu la presa di corrente, di un tipo ideato dall'ATAC, che fu subito noto come archetto tipo Roma, consistente in uno strisciante doppio tipo pantografo montato su una struttura reticolare imperniata alla base, in sostanza un trolley mobile solo in un piano verticale, ossia non invertibile. Questo tipo di archetto fu poi impiegato anche a Cagliari.

La fornitura delle nuove articolate, nel frattempo ridotta a 50 motrici, si concluse nel 1949 con la vettura 7001, essendosi deciso nel frattempo di demolire la prima 7001; le motrici si suddivisero tra due sottogruppi, differenti per piccoli particolari nelle casse (7003-7021 e 7023-7099,7001).

Le Stanga, come vennero subito chiamate le nuove motrici (nome ufficiale: treno articolato Stanga o TAS), diedero ottimi risultati e, dopo un periodo iniziale di servizio su linee radiali (37, 7, 16) e sulla circolare interna destra, furono immesse in buona parte sulla circolare esterna in sostituzione delle MRS, dove svolsero un servizio intensissimo per oltre 40 anni, dal momento che fino a marzo 2000 hanno servito la linea 30 di diretta discendenza della circolare esterna.

Salvo modifiche non essenziali specialmente alla cassa e una parziale ricostruzione negli anni '60, le Stanga giunsero praticamente immutate agli anni '80, quando ne fu deciso un radicale ammodernamento, anche per far fronte alle mutate condizioni di traffico della rete.

;
Dopo la ricostruzione del 1980.

I carrelli furono sostituiti con altri di disegno analogo progettati dal T.I.B.B. con la consulenza dell'ATAC, rinforzati nella struttura e dotati di boccole a rulli in luogo delle originarie a strisciamento; sulle sale furono anche montati dei rilevatori di velocità per il dispositivo anti slittamento. La vettura fu dotata di impianto elettrico a bassa tensione con batteria di accumulatori, tra l'altro per alimentazione del freno a pattini originariamente alimentato dalla linea e di un comando automatico con controllo semielettronico in sostituzione dell'originario APN.

Le Stanga, in origine in due toni di verde con un caratteristico disegno discendente sulle due semicasse, negli anni '60 passarono ad una verniciatura semplificata sempre in due toni di verde, per passare poi al verde Roma 71 e all'attuale giallo arancione.

Da ordini di servizio ATAG
Immagini addizionali

Le Stanga ex STEFER: 7101-7115

Nel 1952 la STFER acquistò otto articolate praticamente eguali alle 7000, che passarono all'ATAC alla chiusura della linea di Cinecittà avvenuta nel 1980; dopo ricostruzione presso le officine Viberti furono immesse in servizio nel 1984 con i numeri 7101-7115.

Elementi distintivi delle varie epoche delle Stanga.

data aggiunta o variazione
1948 Numero di esercizio e fregio STANGA sul frontale.
1950 Tabella di percorso in lamiera, orizzontale, in prossimità della porta posteriore; sarà poi estesa a tutti i rotabili su rotaia e su gomma
(le Stanga erano all'origine prive di qualsiasi tabella laterale).
1959 Lampeggiatori di direzione.
1966 Porte dotate di vetri inferiori e in verde chiaro uniforme, interrompendo la linea discendente della livrea in due toni di verde.
1968 Livrea in due toni di verde con separazione orizzontale alla linea di cintura; le vetture perdono un bel po' della loro eleganza (la modifica è estesa anche alle PCC).
1972 Livrea in colore unico verde Roma 71.
1978 Livrea in colore unico giallo-arancione ministeriale.
1983 Tabella laterale a nastro continuo e ampliamento della tabella posteriore (tutti i rotabili Stanga erano dotati all'origine di tabella posteriore ridotta e fuori norma);
modifica della tabella anteriore per usare lo stesso nastro della laterale (la tabella anteriore risulterà di dimensioni ridotte e particolarmente infelice;
la sola vettura 7051 adotterà in seguito, insieme alle PCC 8019 e 8031, gli indicatori di linea con il solo numero a punti luminosi).
2000 Livrea in doppio verde: le Stanga riprendono, in parte, l'aspetto degli anni '50.

Motrici articolate Stanga

num. es. q.tà anno costrutt. eq. el. num. assi lungh. largh. tara carrelli
(1)
passo estr. passo
centr.
interp. motori tipo n. e pot. CV com. compr. freni
7001 (I) 1 1941 Off. Stanga TIBB 6 art. 19640 ; 25,5 Brill 97-E 1800 1445, 1800* ; GDTM 1303 4x58CV APN motoc. P,R,E,M
7001-7099 50 1848-49 Off. Stanga TIBB 6 art. 20370 ; 26 Brill 97-E 1800 1800 6300 GLM 0241 4x72CV APN motoc. P,R,E,M
7101-7115** 8 1953 Off. Stanga TIBB 6 art. ; ; 25,6 Brill 97-E 1800 1800 6300 GLM 0241 4x80CV APN motoc. P,R,E,M

Note.
Tutte le motrici sono monodirezionali; numeri di esercizio solo dispari.
Freni: P, pneumatico diretto e automatico su due condotte; R, elettrico reostatico; E, pattini elettromagnetici; M, a mano.
* In origine carrello intermedio a boccole interne, con passo 1445 mm, sostituito poi da un carrello eguale a quelli di estremità.
** Ex STEFER 501-508. I carrelli di origine sono stati sostituiti da carrelli di analogo disegno nella ricostruzione del 1980. Comando a controllo semielettronico nella ricostruzione del 1980.


Home Page presentazione rete urbana ;

rev. A 11/02/18