tram e trasporto pubblico a Roma

Rotabili della rete romana di autobus

Dal 1972 al 1980

Negli anni '70 il parco autobus viene incrementato con oltre 700 veicoli, che entrano in servizio tra il 1973 e il 1982 con gruppi anche superiori alle 100 unità (quanto sono lontani i tempi delle piccole forniture di otto, dieci autobus). Le vetture sono tutte oramai di costruzione Fiat, dal momento che Lancia e Alfa Romeo (che pure sono presenti sul mercato soltanto col proprio nome, entrate come sono a far parte della stessa Fiat), hanno cessato questa produzione. L'autobus di questo periodo presenta normalmente il cambio automatico (fanno eccezione gli autobus extraurbani e alcune serie di microbus), e il servosterzo già introdotto fin dall'inizio degli anni '60, mentre il posto guida è a sinistra e si presenta con una strumentazione semplificata e maggiormente funzionale, cosi che la guida nel traffico è nel complesso sempre meno faticosa. La carrozzeria si evolve parimenti alla parte meccanica, è maggiormente curata, si presenta ormai con finestrini ben più ampi che nel passato, ospita per la prima volta la disposizione della doppia porta centrale, ma è anche costruita in materiale più leggero, che se da una parte diminuisce il peso complessivo dell'autobus, dall'altra presenta l'inconveniente di una minore resistenza alle terribili vibrazioni dell'eternamente bucherellato asfalto romano (per non parlare della marcia sui sanpietrini), col risultato che la nuova generazione degli anni '70 si presenta con vetture nel complesso meno resistenti all'usura del tempo.

La colorazione esterna degli autobus rimane per tutto il decennio il verde cosiddetto "Roma 71" che l'ATAC sta utilizzando in via transitoria, nell'attesa di adeguarsi all'arancione ministeriale, che appare per la prima volta a Roma nel 1978 coi microbus 1600-1629, e si afferma a partire dal 1980 (con l'arrivo delle prime vetture INBUS), quando l'azienda inizia a riverniciare nel nuovo colore anche gli autobus di più antica origine.


Home Page

indice autobus

indice rotabili

   

rev. 24/05/16