tram e trasporto pubblico a Roma

La ferrovia delle cave

 

Poche e confuse le notizie sulla ferrovia delle cave, una linea privata per trasporto merci di proprietà di E.E. Oblieght, proprietario di vasti terreni ai Prati di Castello e sulla via Flaminia. Costruita a scartamento normale ed esercitata con trazione a cavalli, la linea fu utilizzata principalmente per il trasporto dei materiali da costruzione nell'edificazione del quartiere Prati e nella costruzione del palazzo di Giustizia; seppure saltuariamente, fece anche servizio di trasporto di persone in occasione di feste o manifestazioni, ad es. per l'arrivo di Buffalo Bill a Roma nel 1890 e per varie manifestazioni che si tenevano alla Farnesina; è segnalata nel 1895 per aver subìto un furto di rotaie allo scambio di Piazza d'Armi.

La linea ha origine nella zona delle cave di Grottarossa e, seguendo il percorso della via Flaminia, transita nel piazzale di ponte Milvio; mantenendosi a destra del Tevere, raggiunge un capolinea nell'area dei Prati di Castello, con un tracciato che sarà in buona parte ricalcato dalla tramvia Roma-Civitacastellana della SRFN nel 1906. Questo tracciato ha subito nel tempo numerose varianti che ne rendono incerta l'esatta individuazione, anche per le imprecisioni contenute nelle piante che si sono trovate, come risulta dal seguito.

Ancora più incerta è la datazione della linea: sembra essere stata avviata negli anni Settanta del XIX secolo ed è certamente attiva nel 1902 (è citata per aver trasportato 36.000 persone in occasione di una gara di tiro a segno), mentre non dovrebbe essere più attiva nel 1906 all'attivazione della tramvia Roma-Civitacastellana, che avrebbe certamente inteferito con la linea se non altro nel piazzale di ponte Milvio.

Pianta del 1888. La linea, indicata come Ferrovia privata, appare arrestarsi nella zona detta allora Piazza d'Armi, corrispondente all'odierna piazza Mazzini, di fronte ad un piccolo edificio (C); in realtà negli anni successivi sarà prolungata nell'interno del quartiere con varie diramazioni fino a raggiungere il cantiere del palazzo di Giustizia.

Pianta del 1904 (da archivio FS). Il capolinea urbano della linea appare posto sul viale delle Milizie all'altezza di via Lepanto; la linea transita per la Piazza d'Armi e raggiunge il piazzale di ponte Milvio, seguendo poi il viale del Lazio (oggi viale di Tor di Quinto) fino alla località Torretta o Fornaci di Tor di Quinto, dove curva a sinistra e si porta sul tracciato della via Flaminia in località Due Ponti.

In realtà la pianta non appare corretta: il tratto del viale del Lazio tra Torretta e Ippodromo è segnato a tratteggio, indicando una sede tramviaria su strada ordinaria: da ciò si dedurrebbe la coesistenza, per un certo periodo, delle ferrovia delle cave e della linea SRFN (tratto in rosso), il che appare assurdo perchè nel piazzale di ponte Milvio si sarebbero avuti due attraversamenti entrambi con incroci con la linea a cavalli della SRTO; inoltre, come si vede sulla pianta, la linea delle cave avrebbe incrociato altre due volte la linea SRFN dopo Due Ponti.


Immagini della linea ai Prati di Castello.
Le due prime immagini potrebbero corrispondere al capolinea presente nella prima pianta; nell'ultima immagine sono visibili alcuni carri merci.

Altre piante sulle quali appare la ferrovia delle cave; dall'alto in basso e da sinistra a destra:


Home Page presentazione linee per trasporti speciali

rev. B 23/01/19