tram e trasporto pubblico a Roma

Rotabili della rete romana di autobus dal 1960 al 1972

I microbus OM e Fiat

 

I microbus

1701, 1703, 1705, 1707, 1709-1719, 1721-1731, 1733-1741, 1743-1747, 1749-1761, 1763, 1765, 1767-1771, 1773-1781, 1778-1797

Nel 1960, quando in conseguenza delle olimpiadi si rende necessario ricorrere al noleggio di autobus di altre aziende, l'ATAC sperimenta per la prima volta i cosiddetti microbus, veicoli di lunghezza ridotta a circa 7 metri, per l'esercizio ad agente unico delle linee periferiche a più scarso traffico. La vendita dei biglietti (al momento ancora prevista col regime dei frazionamenti tariffari), poteva essere effettuata dall'autista, dal 1964 automatizzata su alcune linee con l'emettitrice Duplomatic. Il regime della cessione temporanea consente all'azienda di mantenere in servizio o restituire i veicoli, ma nonostante tutto l'acquisizione procede con prudenza e con vari distinguo.

I primi ad entrare in servizio sono due OM Tigrotto carrozzati dalla Menarini, immatricolati (al momento in via temporanea), come 1701 e 1703, (per la numerazione solo dispari, o pari e dispari, si rimanda qui alla tabella a fine pagina, dove sono indicate le successive rinumerazioni), capaci di undici posti a sedere e ventidue in piedi, che sono messi in circolazione dapprima in prova, e quindi in regolare servizio sulla linea 293, ai quali seguono due vetture identiche nel 1962 (1707-1709), ed altri sei autobus meccanicamente uguali, ma con carrozzeria Borsani, nel 1964 (1709-1719): trattandosi di materiale proveniente da altre aziende (SAV, f.lli Salvati, Freccia del Lazio), le vetture si presentano con varie differenze e caratteristiche estranee agli standard dell'ATAC: dal punto di vista meccanico le vetture sono dotate di una trasmissione meccanica usuale, costituita da un albero tubolare in due tratti, di cui quello posteriore con manicotto scorrevole: il collegamento dei due alberi è realizzato mediante giunti cardanici, che allo stesso tempo collegano il cambio a 5 rapporti in marcia avanti e retromarcia, dove la 3, 4 e 5 marcia sono sincronizzate e possono essere innestate, a discrezione del conducente, in modo semiautomatico. Il motore OM è il CO1D/8 verticale, sistemato in posizione anteriore, a 4 cilindri (4.397 cc), che sviluppa 85 cavalli a 2400 giri al minuto e una velocità massima di 50 Km/h in quarta, e ben 72 in quinta.

     
1767, 1745 (ex 1707), 1755 (ex 1719: è la vettura utilizzata nel primo film della serie "Fantozzi")

Per quanto riguarda gli OM Tigrotto abbiamo successivamente le serie di Viberti 1721-1731 (ex ATAN, Napoli), Viberti 1733-1741, Menarini 1743-1747, Borsani 1749-1761, Portesi 1763-1765, tutte entrate in servizio nel 1965, anno in cui il noleggio viene esteso ai Fiat 314 con le vetture 1767-1771 carrozzate dalla Menarini, e 1773-1777 carrozzate dalla Scall. Dal punto di vista meccanico tutto questo materiale presenta caratteristiche similari ai Tigrotto 1701-1719, con l'unica differenza che nel materiale Fiat, dotato di motore orizzontale, posto al centro del telaio, modello 213/H1 da 98 cv, le marce sincronizzate sono 4 e non 3. Piuttosto differenti sono invece le carrozzerie e gli allestimenti (legati all'esercizio ad agente unico), che per semplicità abbiamo pensato di riunire nella tabella seguente (per tutte le vetture le porte sono due, delle quali, salvo contraria indicazione, la posteriore a sbalzo e l'anteriore subito prima dell'asse corrispondente: gli allestimenti sono quelli di origine).

numeri telaio carrozzeria posto guida vendita biglietti porte capacità
sed./in piedi
1701-1703 OM Menarini a destra Manuale, con cassetta portadenari sistemata sul posto guida. a 4 antine 11/22
1705 a sinistra
1707 Automatica, con emettitrice Duplomatic
1709-1719 Borsani Manuale, con cassetta portadenari sistemata sul posto guida. a 2 antine 12/32
1721-1731 Viberti
(ex ATAN)
Manuale, con cassetta portadenari sistemata sul posto guida
per le vetture 1727-1731, automatica, con emettitrice Duplomatic per le altre.
a 2 antine
 a sbalzo
11/30
1733-1741 Viberti Non noto (è comunque certo che le vetture sono predisposte per l'agente
unico almeno con la cassetta portadenari sul posto guida).
10/29
1743 Menarini a destra Manuale, con cassetta portadenari sistemata sul posto guida. a 4 antine 12/32
1745 a sinistra
1747 a destra
1749-1761 Borsani a sinistra Manuale, con cassetta portadenari sistemata sul posto guida
per le vetture 1752, 1755, 1759, 1761, automatica, con emettitrice
Duplomatic per le altre.
a 2 antine
1763-1765 Portesi Automatica, con emettitrice Duplomatic.
1767 Fiat Menarini a destra Non noto (è comunque certo che le vetture sono predisposte per l'agente
unico almeno con la cassetta portadenari sul posto guida).
a 4 antine 13/37
1769 a sinistra
1771 a destra
1773-1777 Scall a sinistra Manuale, con cassetta portadenari sistemata sul posto guida. a 2 antine
a sbalzo
14/42

    
1715, 1763, 1777

  
1729, 17xx ex ATAN di Napoli.

Al materiale a noleggio (che viene successivamente riscattato ed entra ufficialmente a far parte del parco), l'ATAC affianca venti autobus nuovi, su telaio Fiat 414 (1778-1797, per assegnare questi numeri l’ATAC non trova di meglio che rinumerare i due ultimi Scall, 1779 e 1781, in 1774 e 1776), dotati di una carrozzeria più moderna, con due porte a due antine entrambe a sbalzo, disegnata dalla stessa azienda e costruita dalla CaNSA, analoghe dal punto di vista meccanico ai Fiat 314 a noleggio, con posto guida a sinistra, 5 marce avanti (4 sincronizzate), e retromarcia, per una capacità di 15 posti a sedere e 43 in piedi, inizialmente predisposti per la vendita manuale dei biglietti da parte dell'autista.

A partire dal 1973, quando sono introdotte le emettitrici automatiche Sasib, Pandozy e tipo ATAC, tutte le vetture sono progressivamente disabilitate alla vendita manuale da parte dell'autista

   
1788 (con dettaglio ingrandito della cassetta portadenari), 17xx.

Microbus

num. eserc. q.tà anno telaio carrozz. motore pot. CV lungh. mm tara t. nota
1701, 1703 2 1960 OM Tigrotto Menarini OM C 01-D 67 6400 4,2 1
1705, 1707 2 1962 2
1709-1719 6 1964 Borsani OM C 02-D 85 6800 4,3 3
1721-1731 6 1959 Viberti OM C 01-D 67 6700 4,6 4
1733-1741 5 1964 5
1743-1747 3 Menarini OM C 02-D 85 6800 4,2
1749-1761 7 Borsani 4,3 5-6
1763-1765 2 Portesi 6700 3,9 5
1767-1771 3 Fiat 314 Menarini Fiat 213 98 7700 5,3
1773-1781 5 SCALL 6900 5,1 7
1778-1797 10 1969 Fiat 414 Fiat 5,5  

Numeri solo dispari. Per tutte le vetture il cambio è manuale a quattro o cinque rapporti senza riduttore.

Note alla tabella.

  1. Rinumerati 1742, 1744 nel 1973.
  2. Rinumerati 1746, 1748 nel 1973.
  3. Rinumerati 1750-1760 (numeri pari) nel 1973.
  4. Ex ATAN (Napoli) 451-458.
  5. Vetture ex noleggio.
  6. Vetture 1755, 1760 cedute all'ACOTRAL il 4-IV-1976.
  7. Vetture 1779, 1781 rinumerate 1774, 1776 nel 1969.

Home Page

indice autobus

indice rotabili

 

rev. 24/05/16