tram e trasporto pubblico a Roma

Ultime dalla rete romana di trasporto pubblico

Anno 2000

[indice]


La metro A ferma per 8 ore...

24 dicembre. ...ieri, 23 dicembre, e non se ne conosce il perchè; ci parleranno sicuramente di "guasto tecnico" (ma quale guasto non è tecnico?). I soliti scassati autobus sostitutivi messi in servizio dall'ATAC non hanno ovviamente risolto niente.

Ancora su filobus e utopia

22 dicembre. Da quanto si è letto su "Repubblica" del 20 dicembre, le previste linee di filobus sarebbero 10 (diconsi dieci!). Bellissimo lo schizzo del filobus su "Repubblica", dotato di una batteria per la marcia autonoma che nel disegno sembra una di quelle dei cellulari. Ma fateci il piacere!

Progetti di nuove linee e trovate geniali

14 dicembre. E' allo studio una linea tangenziale per il collegamento del quartiere della Garbatella con l'EUR, detta chissà perchè linea del Caravaggio; sono già cominciate le contestazioni da parte dei soliti rompiscatole che hanno paura si abbattano degli alberi. Non sembra però che la Caravaggio sia imminente, dato che non appare nemmeno inserita nei finanziamenti; i rompi-ecologisti (detti anche eco-rompipalle) possono, per il momento, stare tranquilli.

Trovata del comune: due vetture tramviarie, la MRS 2137 e la Stanga 7057, saranno trasformate in tram per cerimonie, con buffet, cucina e altre amenità, per poter essere affittate pare a 600 mila lire al giorno. Al solito, l'iniziativa è ad imitazione di ciò che si fa in reti tramviarie ben altrimenti efficienti che quella di Roma (in Germania); da noi il party-tram, come lo chiamano in Germania, dopo essere stato presentato con la dovuta solennità, resterà ad arrugginire in fondo a un deposito. Il più bello è che al viale del parco del Celio si sta installando allo scopo un nuovo binario di precedenza, oltre a quello ivi esistente da oltre 60 anni.

Tabelle di linea

11 dicembre. Bellissima l'indicazione sulle 9100 in servizio sul 19 verso Centocelle: 19 GERANI, che chi non è di Roma scambierà senz'altro per la pubblicità di una mostra floreale; belli anche il 19 MANCINI che appariva fino a qualche mese fa e il 3 THORWALDSEN che almeno celebra l'illustre personaggio.

E' poi invalsa l'abitudine di indicare sulle tabelle esattamente la via o piazza dove il mezzo fa capolinea, anche se questa località è del tutto sconosciuta alla maggior parte dei romani (lasciamo perdere gli altri), come ad esempio per le tabelle della linea 630 (l'ex 56, che chissà perchè ha cambiato numero) che mostrano VIA FILIPPERI; ma dov'è 'sta Filipperi? Chi è al corrente che si tratta di una piccolissima traversa vicino a piazza G. Belli? Non era meglio indicare piazza G. Belli, personaggio noto ai romani forse un po' più del Filipperi? Altro esempio: l'86 fa capolinea a via Marmorale; dov'è? E più ce ne sarebbero.

Poi, specie sugli autobus, le tabelle a punti luminosi guaste o difettose si sprecano, con indicazioni incomprensibili o nulle, sostituite da scritte inutili come LINEE ATAC o simile e spesso sostituite da pezzi di carta scarabocchiati e incollati sui parabrezza. Notevoli anche le sibilline indicazioni quali 80 EXPRESS che lampeggia mostrando un'altra scritta che, per la brevissima permanenza sul visore, è praticamente illeggibile.

Invece se la sono piantata, finalmente, con le tabelle a scritta che scorre, illegibili e manifestazione di dilettantismo e scarsa professionalità.

Filobus e utopia

10 dicembre. Riprendendo un discorso iniziato l'anno passato, si dice che la linea 80 sarà trasformata in filobus, utilizzando naturalmente tecniche avanzatissime (bah!); sembra che l'alimentazione sarà a 750 V, tanto per creare una nuova rete di distribuzione, nuove sottostazioni, ecc.. Il più bello è che si vogliono evitare, chissà perchè, gli incroci della linea aerea filoviaria con quella delle linee tramviarie e si prevede quindi il passaggio dei veicoli filoviari ad aste abbassate in corrispondenza degli incroci, con (udite, udite...) dispositivi di abbassamento e innalzamento automatico delle medesime. Altra meraviglia: non volendosi installare il bifilare al Corso (siamo nel 1900?), i veicoli filoviari, articolati da 18 metri, andranno da san Silvestro a piazza Venezia e viceversa con alimentazione a batteria (siamo nel 1938?). Qualcuno ha calcolato il peso di batterie necessario a spostare a velocità accettabile un articolato da 18 metri per tutto questo tragitto? e dove si metteranno le batterie, sotto il sedere dei viaggiatori?

Incidente...

8 dicembre. ...tra due 9100 o 9200 a largo Argentina, quando uno dei due tram, impegnata l'interconnessione al capolinea, speronava l'altro fermo sul binario a fianco. Sempre meglio.

Rotabili

20 novembre. Le 9200 fanno servizio ancora solo sull'8 in un certo quantitativo. Sembra che entreranno in servizio altre 8 Socimi, di quelle che restarono a metà costruzione all'epoca del fallimento della ditta. Le Stanga in verde sono le 7001/31/81; anche le nuove Socimi dovrebbero apparire in verde. Sempre a stento la sostituzione del pantografo all'archetto; le sole Stanga ad avere il pantografo (escluse le ex STEFER) sono le 7001/7/25/31.

Cambio numeri di linea e rotabili

1 novembre. Dal 1° novembre la linea 225 è stata rinumerata 2, mentre poco dopo anche il 516 è stato rinumerato in 5; le linee tramviarie di Roma sono quindi le 2, 3, 5, 8, 14, 19. Della promessa 7 ancora nessuna traccia.
Immutata, più o meno, la distribuzione dei rotabili. Le 9200 fanno in parte servizio solo sull'8, insieme alle 9100, che si trovano anche sul 19 insieme alle Stanga e talvolta sul 3 insieme alle 9000; 2 e 5 solo con Stanga, 14 con le PCC che sporadicamente si vedono anche sul 5. Non si vedono più MRS sul 14.

Il costo di seguire la moda e le 9100 danneggiate in incidenti

27 settembre. Il frontale delle 9100 e 9200, come vuole la moda, si presenta avveniristico, esageratamente inclinato e dotato di un enorme parabrezza curvo nelle tre dimensioni, in una parola - come dicono gli inglesi - bulbaceous, traducibile in italiano con bulbaceo.

Ora ci si chiede: questa forma del frontale del tram:

Conclusione: invece del frontale bulbaceo non era meglio adottare un frontale semplice con parabrezza piano, ad esempio come quello delle 9000?

Ma, si sa, le mode devono essere seguite... .

(*) Abbiamo avuto notizia che ben quattro 9100 risultano mancanti: 9103, 9122, 9125 gravemente danneggiate in incidenti e 9101 misteriosamente sparita; mentre 9108 e 9117, precedentemente coinvolte in incidenti, sono rientrate in servizio.

Ulteriore svio

19 settembre. Una 9100 è sviata su uno scambio a piazza Risorgimento, andando a finire sul marciapiedi e proprio per caso nessun pedone è stato coinvolto nell'incidente. Attendiamo di sapere (si fa per dire) le cause dello svio, che potrebbe essere stato causato da uno scambio o da uno dei soliti carrellini intermedi della vettura.

Novità dopo l'estate

14 settembre.

  • Linea 19

Dal 1° luglio il 19 è stato riportato a piazza Risorgimento, dopo l'esecuzione di alcune migliorie al tracciato da ponte Matteotti in poi (delimitazione della carreggiata con cordoli di cemento, fermate, ecc.).
All'inizio la linea è stata servita fondamentalmente dalle 9100, con qualche 7000 di rinforzo e sussidiaria. Successivamente però la situazione si è capovolta ed attualmente il 19 è servito (sembra, perchè purtroppo il cartellino di orario su tram e autobus è stato eliminato) da 18 orari, quasi tutti 7000 con un massimo di cinque o sei 9100. In ogni caso il 19 non brilla come frequenza.

07967k.jpg (7882 byte)

Le 9200 fanno finalmente servizio sull'8, tranne qualcuna (le 9207 e 9208) che è eternamente in collaudo.

  • 7000

Tutte le 7000 sono state dotate di tabelle di linea a punti luminosi; la destinazione è purtoppo a scritta scorrevole, ciò che rende difficile la lettura della tabella su una vettura in passaggio. Ma tanto il tutto si guasterà presto e le tabelle torneranno quelle di una volta.
Alcune (si sono viste le 7031 e 7081 sul 19) sono state verniciate in due toni di verde, con il verde scuro nella fascia inferiore (come le 9100 e 9200) e nella zona dei finestrini. Seguita, a rilento, la sostituzione dell'archetto con il pantografo.

07976k.jpg (7431 byte)

Qualche MRS seguita a fare servizio sul 14, in condizioni più o meno dilabenti.

Notevole il numero di incidenti nei quali sono state coinvolte vetture tramviarie nei mesi di luglio e agosto: solo sul 3 si sono avuti tre incidenti, uno dei quali ha coinvolto una 9000 (che ha di conseguenza sviato col carrello centrale) e un autocarro militare. Osservando le tracce sull'asfalto in curve e scambi (si veda ad es. lo scambio che da porta Maggiore conduce alla Prenestina verso sud) si notano sempre più tracce di svio; responsabili dei frequenti svii sono, al solito, le 9000 per il carrello centrale a rotelline indipendenti.

Della linea 7, promessa come attivazione durante l'estate, ancora nessuna traccia.

Treni interurbani per la ex SRFN

07932k.jpg (6069 byte)

12 settembre 2000. Lasciati incustoditi ad Acqua Acetosa, senza sorveglianza, per quanto tempo resteranno senza scarabocchi?

(foto Vigliotti)

Utilizzazione rotabili tramviari

2 maggio.

Ancora mai viste in servizio le 9200.

Cerimonia tramviaria alla stazione di Trastevere

1 aprile. Il 31 marzo alle 13,30 si è svolta una cerimonia tramviaria al ripristinato capolinea della stazione di Trastevere, con intervento del sindaco e della dirigenza dell'ATAC e con partecipazione della stampa. Erano presenti la 9202, la 7021 e la 2137, queste due ultime vetture attrezzate con buffet; la 2137 si presentava in una approssimativa coloritura in doppio verde.

A parte le solite frasi propagandistiche e i soliti discorsi ad effetto ("abbiamo esteso la rete alla stazione di Trastevere": ignorano che questo capolinea è del 1911), si è appreso quanto segue:

00680k.jpg (4574 byte)
Il capolinea alla stazione di Trastevere nel 1933.

L'archeotram, linea che in sostanza è parte del 30 barrato, dovrebbe essere servito da MRS opportunamente restaurate, con aria condizionata, ecc.. La cosa appare come una delle tante trovate dilettantistiche tipiche dell'attuale gestione del trasporto a Roma, come quella delle linee J; l'archeotram (ammesso che lo vedremo), ancorchè inutile, non avrà almeno gli spropositati costi di avvio e di gestione che hanno caratterizzato le linee J.

Materiale interurbano per la Roma-Viterbo ex SRFN

29 marzo. E' stato ordinato del nuovo materiale per il servizio interurbano sulla Roma-Viterbo ex SRFN, che sostituirà tutti i rotabili del '32; i treni saranno di colore bleu, ma il fatto è ininfluente dal momento che dopo tre giorni saranno diventati di tutti i colori ad opera dei vandali-sottosviluppati-grafomani che agiscono con la tacita approvazione delle nostre autorità.

Motrici 9100, motrici 9200, linea 19, cambio numero alle linee tramviarie, capolinea alla stazione di Trastevere, binario in via Emanuele Filiberto

28 marzo.

Nonostante ne siano arrivate 28, si vedono circolare solo sull'8, sul quale peraltro circola anche qualche 9000.

Dovrebbero esserne arrivate 9, dal momento che si è vista la 9209. Però nessuna è stata ancora messa in servizio, anzi la 9201 appare spesso col cartello "Collaudo", il che fa pensare che questi nuovi tram abbiano dei problemi (ciò non meraviglierebbe nessuno).

Dovrebbe tornare a piazza Risogimento, ma sembra vi siano delle difficoltà perchè si vorrebbe fare viale delle Milizie a senso unico; siamo tornati agli anni '60 quando si sopprimevano le linee tramviarie per creare sensi unici (lungotevere, via Flaminia, ecc.).

E' un pezzo che si dice che le linee tramviarie dovranno essere rinumerate (il 30 barrato dovrebbe diventare 3 e a tale scopo l'autobus 3 è stato rinumerato 360 da almeno sei mesi), ma non si sa perchè non se ne è fatto ancora niente.

E' stato sistemato con l'aggiunta di un binario di ricovero e dovrebbe farvi capolinea il 30, ma finora nulla di fatto.

Dopo essere stato sistemato, anche con l'aggiunta degli scambi telecomandati, non è mai stato utilizzato.


Home Page indice notizie       

rev. 24/05/16