tram e trasporto pubblico a Roma

Tecnica dei rotabili tramviari

Illuminazione e segnalazione vetture tramviarie

Ordini di servizio

 

Ordini di servizio SRTO

Ordine di servizio n. 55 dell'11 maggio 1913.

Si è cominciata una importante trasformazione ai circuiti luce delle nostre vetture.

Nella parte centrale di esse sono state aggiunte 2 lampadine di modo che con la nuova disposizione il totale delle lampadine è di 14 così distribuite:

La manovra dell’interruttore e quella del commutatore eseguite opportunamente permette che contemporaneamente restano accese:

Mano mano che queste correnti delle vetture si trasformano e che si riconoscono subito dal portare 4 lampadine nella parte centrale, è opportuno e necessario di economizzare l’energia nei depositi pur migliorando la verifica nell’interno delle vetture.

A tale scopo si dispone che quando le vetture si ritirano ne1lo stabilimento il fattorino, prima di abbandonarle, deve allentare la lampadina dell’interno della parte centrale che trovasi più vicina all'interruttore.

La manovra una volta eseguita, le lampadine che rimangono accese sono:

Può darsi il caso, per pochissimi circuiti da primi modificati che, allentando la lampadina più vicino all’interruttore si venga a spegnere un circuito differente a quello detto; in tale caso basta stringere quella allentata e ripetere l’operazione alla successiva, sempre nell'interno.

La presente disposizione entrerà subito in vigore e i capi deposito, capi squadra ed ispettori alla rientrata, dovranno vegliare che ciò sia eseguito.

Ordine di servizio n. 60 del 24 maggio 1913

A maggiore delucidazione dell’ordine di servizio N. 55 dell’11 corrente si dispone che:

  1. alla rientrata, allentamento della lampadina per l'estinzione di primo dei due circuiti deve essere fatto per un paio di giri in modo da non produrne la facile caduta.
  2. al mattino, quando non è più necessaria l’illuminazione:
    1. si giri l’interruttore e si spenga,
    2. si avviti la lampadina allentata,
    3. si torni ad accendere totalmente i due circuiti,
    4. si spenga definitivamente.
  3. In questo modo si saranno provati i due circuiti e si è assicurati che nessuna lampadina possa cadere.

Estratto da ordine del giorno n. XVII del 19 marzo 1915

Alle vetture della Stab. di P. Maggiore (che sono distinte colla stella rossa) saranno montate da domani, Domenica, le lampadine a filamento metallico "Z" (...).

Estratto da ordine del giorno n. XXI del 15 aprile 1915

Col giorno 2 Maggio p. v. anche nelle vetture del deposito di Porta del Popolo verranno installate le lampadine a filamento metallico ma di tipo diverso di quelle usate per le vetture di P. Maggiore e precisamente saranno di marca "Intens" (sulla ghiera portano scritto 98-V 16-K 18-W J 1915 Serie) mentre quelle de1 Deposito Porta Maggiore sono di Marca "Z", e sulla ghiera portano scritto 16 95 10 S.R.T.O. In occasione si danno le seguenti disposizioni generali che modificano parte l’ordine del giorno XVII del 19 Marzo 1915 (...).

Ordine del giorno n. LX dcl 25 Maggio 1918.

Si è verificato che molte vetture che hanno completo l’impianto dei due circuiti luce anche pel fatto che hanno il riflettore portato in alto, girano col circuito esterno spento perchè nè fattorino nè conducente si curano di girare il commutatore e nessuna cura si prendono ispettori di zona e capilinea.

Invito a sorvegliare con maggiore attenzione questo importante servizio.

Ordine del giorno n. XC del 14 Settembre 1918.

Con riferimento all’ordine di servizio N. 76 del novembre 1914 sì dispone:

  1. Per le vetture che finito il servizio entrano al Deposito di Porta Maggiore:
    1. nell’entrare in Deposito il Fattorino (dopo eseguita la verifica luce) dovrà colla manovra commutatore spegnere il circuito luce esterno (riflettore, segnale verde, riflettore tabella, lampadina interno).
    2. prima di lasciare la vettura il conducente dovrà per mezzo dell’interruttore spegnere anche l’altro circuito (interno) se la vettura si trova in una rimessa illuminata o pur non essendo la rimessa illuminata, se la vettura che si trova avanti nello stesso binario ha la luce spenta completamente. In altro caso lascerà acceso il circuito interno.
  2. Per le vetture che finito il servizio, rientrano al Deposito di Porta del Popolo:
    1. nell’entrare in Deposito il fattorino dovrà colla manovra lel commutatore della luce spegnere il circuito esterno.
    2. prima di lasciare la vettura il conducente dovrà per mezzo dell’interruttore dei circuiti luce, spegnere anche l’altro circuito (interno.

Il Direttore -Ing. G. Ca1zo1ari

 

Ordini di servizio azienda municipale

Ordine di servizio n. 237 del 26 aprile 1928.

Si avverte tutto il personale che da qualche tempo si è iniziata la modifica e l'installazione dell’impianto d’illuminazione delle vetture tramviarie, motrici e rimorchi.

Si sono adottati circuiti di 8 (otto) lampadine a 75 Volt (8 x 75=600), ad attacco Swann, a baionetta. Questo tipo di lampadine quindi, sia per il voltaggio che per l’attacco non è impiegabile sulle reti normali d’illuminazione.

L’installazione sulle vetture tramviarie è disposta nel modo seguente.

Per le motrici.

Un interruttore con valvole comanda la serie di otto lampadine della cabina centrale della motrice.

Un interruttore con valvola comanda a mezzo di "commutatore" una delle due serie esterne di otto lampadine ciascuna distribuite come segue:

Per le vetture rimorchiate. Serie unica di otto lampadine così distribuite:

Ordine di servizio n. 455 del 13 giugno 1940.

Illuminazione vetture autofilotramviarie.

A partire da questa sera, 13 corrente, dei circuiti d’illuminazione interna delle vetture autofilotramviarie deve stare acceso uno soltanto e preferibilmente quello del lato dei sedili a un posto. I controllo vigilerà perchè tutti vi si attengano.


Home Page presentazione rete urbana

rev. A+ 02/10/17