tram e trasporto pubblico a Roma

La rete tramviaria urbana

L'ammodernamento delle motrici articolate Stanga

Dai ricordi di un appassionato che vuole restare anonimo

 

Quando si decise il piano di ammodernamento delle Stanga, negli anni Ottanta, fu studiata dall'ATAC, insieme al TIBB, una modifica meccanica dei carrelli, che inizialmente consistette sostanzialmente nel saldare sul telaio degli stessi una struttura di rinforzo ed irrigidimento, al fine di irrobustire la struttura stessa ed anche di ridurre, seppure parzialmente, il rumore del tram durante la marcia.

Dal 1982 al 1989 le motrici che andavano via via in revisione subirono quindi, oltre alle altre modifiche varie (impianto a bassa tensione, comando delle porte anteriore e centrale elettropneumatico, illuminazione a fluorescenza, avviatore elettronico CER ecc.), questa migliorìa ai carrelli.

Nel 1987-88 arrivarono dalle officine Viberti di Pomezia le Stanga ex STEFER 501-508, rinumerate 7101-7115, le quali, oltre a ricevere le modifiche delle loro sorelle ATAC serie 7000, avevano due importanti migliorìe in più sui carrelli: le boccole a rulli e le ruote elastiche, che le resero estremamente silenziose: mi ricordo ancora il commento di un appassionato che, viaggiandoci la prima volta, commentò: Sembra di viaggiare su un cuscino d'aria.


Prime corse delle Stanga ex STEFER: al capolinea di p. Mancini della linea 225 (G. Kaiblinger).

Evidentemente, a questo punto, l'ATAC ritenne giustamente opportuno estendere tale modifica anche alle 7000, ed infatti, nel 1989, uscì dalla revisione la 7031, modificata esattamente come le ex STEFER, cioè appunto con carrelli muniti di boccole a rulli e ruote elastiche, e da quella vettura in poi tutte le unità uscenti dalla revisione generale ebbero tale modifica, mentre invece le Stanga ammodernate ma ancora non munite di queste migliorìe (che io a suo tempo classificai come le parzialmente ammodernate) ricevettero le boccole a rulli e le ruote elastiche per ultime, e cioè dopo aver completato l'ammodernamento di tutte le unità ancora non munite di impianto a bassa tensione, avviatore elettronico CER e così via; in ogni caso, tutta l'operazione si concluse nel 1997.


La 7031 nel 1963 (J.B. Prudhommaux) e nel 1989 appena uscita dalla revisione generale (E. Bevere).

Per usare una espressione di un tecnico ATAC, le ex STEFER sono servite, in parte, come vero banco di prova per il totale riammodernamento di tutte le 7000, alludendo appunto a tali ulteriori migliorìe, che hanno reso le nostre Stanga molto silenziose, quasi come le compiante PCC, anche se il rumore originale era molto più affascinante...


Home Page presentazione rete urbana

rev. A 18/05/17