tram e trasporto pubblico a Roma

Tariffe autotramviarie a Roma

Ordinamento tariffario nel 1972

M. di Pietrantonio

CLASSIFICAZIONE DELLE LINEE URBANE

L'ATAC. ha teoricamente operato una divisione in zone della intera città, dalla quale deriva infatti la classificazione generale delle linee esercitate.

Le zone sono le seguenti:

In virtù di tale suddivisione teorica le linee aziendali sono classificate come segue.

SERVIZIO ORDINARIO

Linee urbane di Roma: 1, 2, 2barr., 3, 4, 5, 6, 7, 8, 8barr., 9, 11, 12, 12barr., 13, 14, 15, 16, 18, 20, 21, 23, 26, 27, 28, 28barr., 30, 31, 32, 34, 35, 36, 36barr., 36croc., 37, 38, 38barr., 39, 41, 42, 43, 44, 45, 45barr., 46, 47, 47barr., 48, 49, 50, 52, 53, 55, 55barr., 56, 57, 58, 58barr., 60, 60barr., 61, 62, 63, 64, 65, 66, 67, 67barr., 70, 70barr., 71, 75, 77, 78, 81, 85, 87, 88, 89, 90, 91, 91barr., 92, 93, 93barr., 93croc., 94, 95, 96, 96barr., 96croc., 97, 97barr., 97croc., 98, 98barr., 98croc., 99, 101, 109, 111, 112, 113, 114, 118, 123, 128, 135, 136, 137, 144, 146, 147, 155, 163, 168, 186, 193, 197, 201, 209, 211, 212, 214, 218, 223, 228, 235, 237, 246, 293, 301, 309, 311, 312, 312barr., 328, 335, 337, 346, 393, 409, 411, 412, 437, 446, 493, 512, 537, 546, 612, ED.
Linee di Ostia
: L1, L2, L3, L4, L5, L6, L7, GIRO SCUOLE, R, V.
Linee urbane di Tivoli
: A, B, E, F, G.
Autolinee extraurbane
: Roma-via Tiburtina-Tivoli, Roma-via Prenestina-Tivoli, Roma-San Vittorino, Roma-Castel Porziano.

SERVIZIO NOTTURNO

1, 2, 6, 12, 13barr., 14, 20, 21, 30, ED, 44, 47, 60, 75barr., 78, 91, 96, 163, 337, 446.

COLLEGAMENTI SPECIALI PER GLI STADI, I TEATRI, ECC.

Terme di Caracalla: 901, 906, 913, 928, 935, 936, 944, 953, 999.
Foro Italico
: 838, 839, 865, 871, 887.
Palazzo dello Sport (EUR)
: 793.
Stadio Flaminio
: F4, F5

In occasione della Fiera di Roma l'ATAC ha talvolta provveduto, oltre che alla intensificazione delle linee in transito, anche alla istituzione di appositi collegamenti speciali le cui denominazioni, itinerari ed ogni altra modalità di esercizio, vengono stabiliti di volta in volta con apposito Ordine di Servizio. Per la attuazione dei servizi riservati e di quelli a carattere interno, l'azienda ha stabilito con apposito Ordine di Servizio un codice numerico dal n. 1 al n. 800 a seconda della particolare natura di detti servizi (a carattere continuativo, occasionale, a pagamento, gratuiti).
Il numero di codice verrà di volta in volta segnalato al personale di vettura dal controllore in servizio alla rimessa, per la trascrizione sul foglio di via della vettura ed eventualmente sul modulo per il riepilogo delle persone trasportate.

TARIFFE

Denominazione delle tariffe che si applicano:

La tariffa ridotta si applica dall'inizio del servizio ordinario fino alle ore 8; il passaggio dalla tariffa ridotta alla tariffa ordinaria avviene alle ore 8 e 1 minuto. Tale cambiamento verrà effettuato dal bigliettaio in qualunque punto del percorso di linea in cui, a tale ora, la vettura verrà a trovarsi.
Ad evitare tuttavia discussioni con il pubblico per eventuali differenze di orario, è ammessa una tolleranza di minuti cinque circa. Il bigliettaio, in corrispondenza della fermata che la vettura effettua dopo le ore 8 e 5 minuti annuncerà il cambio ad alta voce con la frase tariffa ordinaria.
Se però la vettura effettua la partenza dal capolinea alle ore 8 e 1 minuto o nei minuti immediatamente successivi, il cambio di tariffa avverrà al capolinea stesso. Per questa particolare circostanza e sempre allo scopo di evitare ogni eventuale contestazione con il pubblico, il bigliettaio si farà premura di assumere tempestivamente dall'agente in servizio di capolinea ogni informazione utile per una esatta e precisa applicazione della norma suddetta (riscontro dell'ora, ora esatta di partenza della vettura, ecc.).
Si rammenta al riguardo che l'ora di partenza stabilita dalla tabella di marcia ha un valore puramente indicativo; la partenza reale della vettura può appunto subire ritardi o anticipi dovuti alle particolari situazioni ed esigenze del servizio.
L'inizio corsa delle linee aventi un anello terminale va considerato, agli effetti del cambio di tariffa, come una qualsiasi altra fermata del percorso, indipendentemente dall'ora in cui la vettura partirà dal capolinea.

Esempio. Se una vettura della linea 5 transita per p.za Bartolomeo Romano (inizio corsa) alle ore 7,59, si applicherà la tariffa ridotta, anche se dal capolinea di via Rho la partenza avverrà presumibilmente dopo le ore 8. E' ovvio che in via Rho avverrà, in tal caso, il cambio di tariffa. Per il cambio di tariffa in partenza dal capolinea dovrà essere rispettata invece l'ora indicata dalla tabella di marcia soltanto su quelle linee, generalmente periferiche, dove la partenza stessa è indicata anche sulla tabella di fermata.

Nei giorni feriali, i militari e graduati di truppa dovranno corrispondere, su tutte le linee della rete autofilotranviaria, il prezzo del biglietto alla medesima tariffa applicata per gli altri viaggiatori. Nelle domeniche e nei giorni festivi è concesso invece, ai militari e graduati di truppa, il transito gratuito, senza limitazione di numero, sulle linee urbane aziendali, esclusa la linea 163 e le linee notturne.
Il periodo di validità della concessione è compreso tra l'inizio e il termine del servizio del giorno festivo. Le ronde militari di ogni Arma e Corpo hanno libero transito su tutte le vetture della rete autofilotranviaria, con esclusione di quelle in servizio extraurbano e riservato.

Sui collegamenti speciali 793, 901, 906, 913, 928, 935, 936, 944, 943 e 999 si applica la tariffa unica invariata di L. 150. Per il trasporto di bagagli e colli in genere sulle linee urbane di Roma, Ostia e Tivoli si corrisponde il prezzo del biglietto in distribuzione per i viaggiatori,. Sulla linea 163 dovrà essere applicata la tariffa di L. 60 a collo.

TRATTE SOVRAPPOSTE AGLI EFFETTI DELLA DISTRIBUZIONE E SCADENZA DEI BIGLIETTI

Su diverse linee aziendali, il tratto terminale di una data corsa percorre un itinerario ad anello di. lunghezza non trascurabile. Ciò si verifica alcune volte per ragioni di viabilità e nella maggioranza dei casi con lo scopo preciso di allacciare alla linea più zone dello stesso quartiere. Ne consegue che il punto dì inizio per il biglietto della corsa successiva si trova prima del punto in cui decade il biglietto della corsa in atto, i due punti saranno denominati inizio corsa e fine corsa, mentre il tratto di percorso compreso fra questi due punti sarà una tratta sovrapposta. Così, ad esempio, il biglietto acquistato sulla linea 12 in direzione via Manin (inizio della corsa di ritorno), non scade a quest'ultima fermata, ma potrà essere utilizzato per proseguire fino a via Farini, prima fermata in direzione via dei Frassini (fine corsa per le vetture provenienti dallo stesso capolinea). La tratta compresa tra le due fermate è la tratta sovrapposta.
Nella tabella che segue sono riportate le linee aventi la caratteristica descritta, con le indicazioni relative alla ubicazione dei punti di inizio e fine corsa.

linea punti di inizio e fine corsa
3 v.le Argentina (alt. via Bolivia) (v.le Unione Sovietica).
4 via Tommaso Salvini (p.za Michele da Carbonara).
5 p.za Bartolomeo Romano (p.za Michele da Carbonara).
8barr. via M. Bragadin (via Cipro: alt. via Bragadin).
9 via Stabia (via Mondovì).
11 p.za Bartolomeo Romano (p.za Michele da Carbonara).
12 via Manin (via Farini).
12barr. via Manin (via Farini).
14 via Manin (via Farini).
16 via XX Settembre (alt. via Servio Tullio) (Ministero delle finanze: capolinea).
18 via Stabia (via Mondovì).
23 p.le Clodio (alt. via C. Mirabello) (capolinea p.le Clodio).
26 via Civinini (alt. p.za Castaidi) v.le Bruno Buozzi (al. via Micheli).
28 p.le Maresciallo Giardino (via Timavo).
28barr. via Vittoria Colonna (via M. Clementi) (p.za Cavour: capolinea).
36barr. via Monte Rocchetta (alt.v.le .Ionio) (via Capraia: alt. Monte Croce).
37 via Ugo Ojetti (alt. via C. Lorenzini) (via Iacopone da Todi), via XX Settembre (alt. V. Servio Tullio) (via Cernaia: alt. via Pastrengo).
38 via Ottorino Gentiloni ang.. via Bonomi) (via Ottorino Gentiloni: capolinea).
44 p.za C. Forlanini (alt. via Ramazzini) (p.za C. Forlanini: capolinea).
45 via Giancarlo Bitossi (via Luigi Biasucci).
46 via Pietro Maffi (alt. via Litta) (via Pietro Gasparri: alt. via Bembo).
52 via Archirnede (alt. via Brioschi) (via A. Pollaiolo: alt. via S. Valentino).
53 via Guidubaldo Del Monte (via del Sacro Cuore di Maria).
55 via di Villa S. Filippo (p.za delle Muse (capolinea).
56 via di Villa Chigi (alt. via A. Rendano) via Magliano Sabino (alt. V. Monte delle Gioie).
57 via di Villa Chigi (alt. via A. Rendano) (via Magliano Sabino: alt. V. Monte delle Gioie).
58 via di Valle Scrivia (alt. civico 17) (via Val di Cogne: alt. via Val dì Lanzo).
60 via Cimone (alt. via Gottardo) {via Cimone: alt. p.za Tofana).
63 via XX Settembre (alt. via Servio Tullio) (via Cernaia: alt. via Pastrengo), via Tiburtina (alt. via Cluniacensi) (via Tiburtina: capolinea).
67barr. p.za G. Volpi (Ministero Affari Esteri: capolinea).
70 p.le Clodio (alt. via Carlo Mirabello) (p.le Clodio: capolinea).
70 barr. p.le Clodio (alt. via Carlo Mirabello) (p.le Clodio: capolinea).
75 via A. G. Barrili (alt. via A. Mario) (via A. Poerio: alt. via Fratelli Bandiera).
78 p.le Clodio (alt. via Carlo Mirabello) (p.le Clodio: capolinea).
89 via Tommaso da Celano (alt. civico 69) (via Macedonia: alt. via F. Coppi).
90 p.le Maresciallo Giardino (v.le Carso: alt. via Costabella).
91barr. via di Tor Marancia (via delle Sette Chiese, p.za Navigatori).
93croc. via dell'Annunziatella (via F. Giangiacomo alt. civico 54).
96croc. l.gotev. Alberteschi (ponte Cestio) (l.gotev. Cenci: alt. via Beatrice Cenci).
98croc. via Baldassarre Longhena (alt. civico 46) (via della Pisana).
111 via Marica (via Silvano).
136 via Renato Fucini (alt. via Capuana) (via Capuana: alt. vìa Renato Fucini).
137 via Val Melaina (capolinea) (via Scarpanto).
147 via P. Gasparri (alt. via Iacobini) (p.za Capecelatro).
197 p.za della Tecnica (alt. via Val Fiorita) (via delle Tre Fontane alt. v.le Agricoltura).
309 L.go Boiano (via Grotte di Gregna: alt. via Tagliacozzo).
512 via della Rustica (alt. via Amarilli) (via Collatina: alt. civico 351).
537 p.za C. De Cupis (alt. via Collatina) (via degli Armenti: capolinea).
L3 p.za Segantini (via Dino Pinchi).
L5 via Mar Caspio (via G. C. Passeroni).
Autolinea Roma-via Tiburtina-Tivoli, Bagni (alt. Borgonuovo)-via Tiburtina Km. 23.700 (Villalba), Bivio Palombara-p.te Lucano
Autolinea Roma-via Prenestina-Tivoli, via della Rosolina (alt. p.te Lucano)-via di Villa Adriana (alt. via della Rosolina).

LINEE URBANE DI TIVOLI

Si riportano, schematicamente, le tratte tariffarie in vigore sulle linee urbane di Tivoli, con l'indicazione delle sigle degli abbonamenti.

LINEE EXTRAURBANE

Autolinea Roma, p.za G. Marconi-Castel Porziano.

da a biglietti carte *
Roma Bivio di Decima
Vitinia
Acilia
Canale della Lingua
Pantano
Infernetto
Castel Porziano
50
80
100
120
140
170
200
300
630
810
940
1050
1350
1600
Bivio di Decima Vitinia
Acilia
Canale della Lingua
Pantano
Infernetto
Castel Porziano
50
60
80
100
135
135
nota 1
Vitinia Acilia
Canale della Lingua
Pantano
Infernetto
Castel Porziano
50
60
80
105
115
nota 1
Acilia Canale della Lingua
Pantano
Infernetto
Castel Porziano
50
60
80
95
nota 1
Canale della Lingua Pantano
Infernetto
Castel Porziano
50
50
80
nota 1
Pantano Infernetto
Castel Porziano
50
60
nota 1
Infernetto Castel Porziano 50 nota 1

Note
* Carte settimanali per due corse feriali.
1. Carte non ammesse.

Data la caratteristica della linea, che serve una riserva di caccia, a deroga di quanto specificato nelle norme generali aziendali sarà ammesso il trasporto dei cani da caccia per tutta la durata dei servizio giornaliero, mentre il numero massimo dei cani ammessi su ogni vettura sarà stabilito volta per volta dal personale viaggiante, secondo il grado di affollamento della vettura, in relazione alla necessità di non disturbare i passeggeri.

Autolinea Roma-Tivoli (instradamento via Tiburtina).

percorso biglietti abb. sett. validi abb. mens. per quals.
 num. corse validi
abb. mens. per due
 corse giorn. validi
da a 6 gg. 5 gg. tutti i gg. lun.-sab. tutti i gg lun.-sab.
Roma Settecamini
Setteville
C. Arcione
Bagni di Tiv.
P.te Lucano
Tivoli
110
120
150
170
190
210
900
950
1200
1350
1550
1700
750
800
1000
1150
1300
1450
5200
5500
5800
7800
8800
9900
4350
4550
5700
6500
7400
8200
4150
4350
5400
6300
7100
7900
3450
3650
4500
5200
5900
6600
Ponte Mammolo Settecamini
Setteville
C. Arcione
Bagni di Tiv.
P.te Lucano
Tivoli
70
70
100
120
150
170
550
550
850
900
1200
1350
450
450
700
750
1000
1150
3150
3150
4700
5500
6800
7800
2600
2600
3900
4550
5700
6500
2500
2500
3750
4350
5400
6300
2100
2100
3150
3650
4500
5200
Settecamini Setteville
C. Arcione
Bagni di Tiv.
P.te Lucano
Tivoli
70
70
90
110
150
550
550
750
900
1200
450
450
600
7500
1000
3150
3150
4150
5200
6800
2600
2600
3450
4350
5700
2500
2500
3350
4150
5400
2100
2100
2800
3450
4500
Setteville C. Arcione
Bagni di Tiv.
P.te Lucano
Tivoli
70
70
100
130
550
550
850
1000
450
450
700
850
3150
3150
4700
5700
2600
2600
3900
4750
2500
2500
3750
4600
2100
2100
3150
3800
C. Arcione Bagni di Tiv.
P.te Lucano
Tivoli
70
80
110
550
650
900
450
550
950
3150
3650
5200
2600
3150
4350
2500
2900
4150
2100
2450
3450
Bagni di Tivoli P.te Lucano
Tivoli
70
90
550
750
450
600
3150
4150
2600
3450
2500
3350
2100
2800
Ponte Lucano Tivoli 70 550 450 3150 2600 2500 2100

BIGLIETTI DI CORSA SEMPLICE A TARIFFA RIDOTTA DEL 50% SULL'AUTOLINEA ROMA via TIBURTINA-TIVOLI

Detti biglietti vengono rilasciati:
a) al personale dell'ATAC, dietro presentazione della tessera di servizio;
b) ai pensionati dell'ATAC, dietro presentazione della relativa tessera;
e) alle persone che, di volta in volta, la Direzione invia con lettera di autorizzazione nella quale è fatto riferimento ad un documento personale di riconoscimento.
Tali biglietti debbono essere esibiti unitamente ai documenti di cui sopra. Essi vengono rilasciati per le tratte Roma-Tivoli, Roma-Bagni, Tivol-Bagni e sono validi nel solo giorno di emissione.

DIRITTO PER ESAZIONE IN VETTURA

I viaggiatori che salgono in vettura alle stazioni di Roma via Gaeta, Bagni di Tivoli e Tivoli, provviste di biglietteria (limitatamente alle ore di apertura degli sportelli) non muniti di biglietto, purché ne abbiano dato tempestiva comunicazione al personale, possono acquistare il biglietto in vettura, previo pagamento de] diritto fisso di L. 10.

PREZZO DEI BAGAGLI

Per il trasporto dei bagagli sulle autolinee extraurbane: Roma-via Tiburtina-Tivoli, Roma-via Prenestina-Tivoli, Roma-S. Vittorino e Roma-Castel Porziano sarà applicata la tariffa unica di L. 60 a collo, per qualunque percorso il cui prezzo del biglietto sia superiore a L. 50. Per i percorsi il cui prezzo del biglietto è di L. 50, per il trasporto dei bagagli dovrà corrispondersi un prezzo pari a quello del biglietto.

VALIDITÀ' ABBONAMENTI E CARTE SETTIMANALI SULLA LINEA 163

I possessori di abbonamenti di carte settimanali per il tratto Roma-Settecamini dell'autolinea Roma-Tivoli saranno ammessi a viaggiare anche sulle vetture della linea 163.

NORME RELATIVE ALLE CONTRAVVENZIONI SULL'AUTOLINEA ROMA: TIVOLI

A carico dei viaggiatori trovati sprovvisti di biglietto o di regolare titolo di viaggio sull'autolinea extraurbana Roma-Tivoli, dovrà sempre essere redatto verbale di contravvenzione ai sensi dell'articolo 27 del D.L. 7: 5: 1948, n. 1173, senza possibilità per il viaggiatore di conciliare sull'istante la contravvenzione stessa.
II viaggiatore in difetto deve poi sempre pagare il regolare prezzo del biglietto. Il personale di controllo è tenuto a segnalare sul verbale di contravvenzione il prezzo del biglietto corrispondente alla tratta o tratte tariffarie percorse, rimettendo quindi il verbale al Servizio Movimento per il successivo inoltro all'Ufficio del Registro per il Bollo straordinario di Roma.

VENDITA AUTOMATIZZATA DEI BIGLIETTI SULLE LINEE EXTRAURBANE

II sistema di emissione di biglietti con macchinette è adottato esclusivamente sulle autolinee extraurbane.
I biglietti emessi dalle macchinette, oltre alle diciture: ATAC Autolinee extraurbane e U.R. Roma (abbreviazione di: Ufficio del registro di Roma, per il pagamento del bollo in modo virtuale) recano impressi: il numero della macchinetta che li ha emessi, il prezzo relativo al percorso, la data di emissione, il caposaldo e , mediante due numeri convenzionali, la indicazione del tratto di percorso per il quale sono validi; recano infine una lettera indicante il senso di marcia: rispettivamente A per l'andata, intendendosi convenzionalmente che l'andata è quella nel senso da Roma verso l'esterno, R per il ritorno, intendendosi per il ritorno il senso verso Roma.
In caso di guasto alle macchinette saranno rilasciati biglietti plurivalenti, di cui sono provviste tutte le vetture dotate di macchinette. Ad ogni macchinetta è unita la relativa cedola di servizio come per i normali caricamenti di biglietti.

NORME PER I BIGLIETTAI

Il bigliettaio del primo turno ritirerà la macchinetta corredata della rispettiva cedola e controllerà che i numeri relativi al caposaldo ed all'importo totale, risultante dalla lettura dei contatori, siano gli stessi trascritti in cedola dal controllore della rimessa, i quali costituiscono un vero e proprio caricamento.
In caso di discordanza dei numeri, sarà suo interesse far apportare la correzione necessaria dallo stesso controllore, che apporrà la propria firma a convalida dell'operazione. Tale controllo dovrà essere esteso anche al numero di matricola della macchinetta. Completerà quindi la cedola in tutte le parti di sua competenza (nome, cognome, matricola, turno, ecc.).

II bigliettaio dovrà prestare la massima attenzione durante le operazioni di rilascia dei biglietti onde evitare possibili errori.
L'emissione del biglietto, completa di tutte le indicazioni, si ottiene ruotando di un giro completo la manovella, dopo aver predisposto le indicazioni mobili della macchinetta come appresso indicato.

  1. Impostazione del numero convenzionale indicante la tratta nella quale ha inizio il viaggio. Ciò si ottiene azionando in un senso o nell'altro i primi due (da sinistra) settori ruotanti fino a portare il numero desiderato in corrispondenza della linea rossa orizzontale, sulla quale debbono trovarsi allineati tutti i numeri e le sigle che dovranno essere impressi sul biglietto.
  2. Impostazione del numero convenzionale indicante la località limite di validità de! biglietto. Ciò si ottiene ruotando il terzo e quarto settore fino a far corrispondere il numero desiderato sulla linea sopraddetta, allineato al precedente numero.
  3. Impostazione delle cifre corrispondenti al prezzo del biglietto. Ciò si ottiene azionando come sopra il quinto, sesto e settimo settore ruotante, possono essere pertanto impostati numeri dallo 000 al 999 e quindi rilasciati biglietti fino al prezzo di L. 999.
  4. Impostazione della lettera indicante il senso di marcia: A per l'andata (da Roma verso l'esterno) R per il ritorno (dall'esterno verso Roma)
    Ciò si ottiene azionando come sopra l'ultimo settore ruotante, quest'ultimo reca impressi altri segni e lettere che dovranno essere impostati nei casi appresso indicati.

I biglietti rilasciati presso le stazioni debbono essere esibiti all'inizio del viaggio e saranno annullati dal bigliettaio mediante foratura, o in caso di momentanea indisponibilità della pinza mediante una piccola lacerazione. Nella località provviste di biglietteria Roma, Bagni di Tivoli e Tivoli (limitatamente alle ore di apertura degli sportelli) i viaggiatori che salgono in vettura sprovvisti di biglietto sono tenuti al pagamento del diritto fisso di L. 10.

Per evitare il rilascio di due biglietti (uno per il percorso da usufruire e l'altro per il diritto fisso) il bigliettaio dovrà rilasciare un unico biglietto, sommando le due cifre (prezzo del biglietto per il percorso richiesto più L. 10) avendo cura di apporre la sigla DF affinchè l'Ufficio Biglietti possa individuare con facilità i biglietti maggiorati del diritto fisso. In tal caso naturalmente, non potrà essere indicata la sigla relativa al senso di marcia, ma questa indicazione potrà ugualmente essere desunta dagli altri dati che figurano sul biglietto (fermata di salita e discesa).

Nelle giornate in cui è prevista l'applicazione di un sovrapprezzo verrà rilasciato un unico biglietto cumulativo del prezzo del biglietto per il percorso richiesto più il sovraprezzo, mantenendo però immutate le sigle ed i numeri convenzionali. Ai possessori di abbonamenti mensili e: arte settimanali dovrà essere rilasciato invece un biglietto apposito per il sovrapprezzo. In tal caso il biglietto dovrà indicare la stazione dì salita e di discesa, come per tutti gli altri biglietti emessi dalle macchinette, apponendo inoltre la sigla S .

Per le altre norme inerenti ai sovrapprezzi dovrà attenersi a quanto verrà disposto di volta in volta con appositi ordini di servizio.

Nei viaggi a pagamento differito degli iscritti di leva i bigliettai dovranno ritirare il documento rilasciato dall'Autorità, impostando la macchinetta sui numeri convenzionali indicanti la salita e la discesa, sul prezzo zero, e sull'asterisco, in luogo delle lettere indicanti il senso di marcia. A giustificazione dei biglietti così emessi, dovranno allegare alla cedola altrettanti modelli B dopo averli completati nelle indicazioni relative agli estremi del percorso effettuato. Per le altre norme inerenti al rilascio di tale tipo di biglietti, attenersi a quanto disposto con appositi ordini di servizio.

Per il rilascio dei biglietti a riduzione del 50% per agenti e pensionati aziendali, il bigliettaio avrà cura di predisporre la macchinetta sulla lettera Z in luogo della lettera indicante il senso di marcia e le altre indicazioni come per i biglietti normali.
Sui biglietti per bagagli, in luogo della lettera indicante il senso di marcia sarà indicata la lettera B.
Al termine di ogni corsa e nelle località di frazionamento, il bigliettaio dovrà trascrivere in cedola, con la matita copiativa oppure a penna, il numero del caposaldo che si leggerà in quel momento attraverso l'apertura esistente sulla macchinetta.

Qualora il bigliettaio commettesse un errore nell'emettere un biglietto, tale biglietto dovrà essere annullato ed allegato alla cedola, unitamente ad un biglietto con caposaldo immediatamente successivo con battuta a zero; nel retro della cedola dovrà essere fatta relativa annotazione. Soltanto i biglietti allegati e la annotazione in cedola potranno giustificare la somma che, in conseguenza dell'errore, il bigliettaio verserà in meno.
L'annotazione in cedola dovrà essere, compilata nel modo seguente: Verso in meno L. ... quale somma risultante dal biglietto accluso (o dai biglietti acclusi) errato nel ... (indicare l'errore commesso).

In caso di guasto della macchinetta od inceppamento delle bobine di carta, in attesa di poter rimettere in efficienza o sostituire la macchinetta stessa, il bigliettaio dovrà proseguire la distribuzione usufruendo dei biglietti di tipo plurivalente di scorta.
All'atto del cambio turno, il bigliettaio smontante dovrà trascrivere nell'apposito quadro, in corrispondenza del proprio turno di servizio, i numeri risultanti dalla lettura dei due contatori relativi al caposaldo ed all'importo totale; annotare tutte le osservazioni riguardanti la gestione dei biglietti ove non lo abbia fatto in precedenza (versamenti in più o in meno, biglietti annullati, resti non dati, ecc.) e versare il denaro al collega montante.

Questi, a sua volta, dovrà controllare la concordanza tra i numeri trascritti in cedola e quelli risultanti dalla lettura dei contatori, onde declinare ogni responsabilità stille irregolarità che venissero eventualmente riscontrate nella gestione dei biglietti relative ai turni precedenti.

Ultimato il servizio, il bigliettaio, dopo aver segnato in cedola l'orario di rientrata, nelle operazioni di chiusura della cedola stessa, dovrà attenersi alle seguenti disposizioni.

Nel caso in cui durante il servizio svolto dalla vettura, si sia verificato un guasto alla macchinetta, e sia stata pertanto usata, anche per breve tempo quella di scorta, il bigliettaio eseguirà le operazioni di cui sopra anche per ciò che concerne la seconda macchinetta, sommando poi i due incassi parziali nell'apposito riepilogo.

Poiché nel caso suddetto può essersi verificato che siano stati emessi anche i biglietti plurivalenti facenti parte del caricamento di scorta, in questa evenienza il bigliettaio dovrà effettuare anche la chiusura della cedola appartenente a detto caricamento, versando la somma incassata attraverso tale gestione, con distinta a parte.

SI RAMMENTA AL PERSONALE DI CONTROLLO ED A QUELLO DI VETTURA CHE SU TUTTI I BIGLIETTI EVENTUALMENTE EMESSI PER PROVA DOVRA' ESSERE APPOSTA LA SIGLA V (verifica) ED I BIGLIETTI STESSI DOVRANNO ESSERE ALLEGATI IN CEDOLA, IL PREZZO FIGURANTE SU TALI BIGLIETTI DOVRÀ' ESSERE DI L. 000.


Home Page indice tariffe arg. carattere generale    

rev. A 15/02/18