tram e trasporto pubblico a Roma

Sul tram a viale Parioli e sui così detti "pariolini"

"Ai tempi della linea ad U (anni Sessanta) i pariolini non volevano il tram"

 

Visto che sui forum si parla ancora di tram a viale Parioli, vorremmo dire qualcosa in proposito. La frase sopra riportata non è esatta. Se per "pariolini" si intendono gli abitanti di viale Parioli e dintorni, i privati, cioè quelli che non svolgevano attività commerciali, non erano contrari al tram, piuttosto alla maggior parte di loro non fregava niente che nel viale passasse o meno un tram, anzi qualcuno ne sarebbe stato anche contento. L'opposizione al tram, cieca, stupida e feroce, venne dai soliti commercianti, per le solite ragioni che qui è inutile ripetere, tanto quelle di oggi sono ancora quelle di ieri. E siccome la lobby dei commercianti era in quel tempo molto più potente di adesso, riuscirono, appoggiati da buona parte della usuale stampa ignorante, ad avere dalla loro perfino il governo, tanto che nel gennaio 1969, il ministro dei trasporti, il socialista Mariotti, emanò una disposizione per i comuni, nella quale si esortavano gli stessi a non dare ulteriori concessioni per linee tramviarie, visto che le esistenti avrebbero dovuto essere smantellate a breve scadenza. Ciò segnò il momentaneo arresto di ogni progetto tramviario e della linea ad U che, se fosse passata da viale Parioli, ben altra utilità avrebbe avuto. Chi non ci crede, vada a cercare nella raccolta dei giornali di quell'anno.


Home Page indice letteratura

rev. A2+ 03/02/19